,

Praga 2018: 5 cose da vedere

Cosa vedere a Praga? 5 luoghi imperdibili da vedere nel 2018

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

I tetti di Praga

“E tuttavia Kafka era Praga e Praga era Kafka. Mai era stata Praga così perfettamente, così tipicamente Praga come nel corso della vita di Kafka, e mai più lo sarebbe stata.
E noi, i suoi amici, “quei pochi felici”…noi sapevamo che i frammenti, quelli più piccoli di questa Praga, erano disseminati ovunque nell’opera di Kafka”

(Johannes Urzidil in Di qui passa Kafka)

Sei di nuovo lì, a spulciare tra articoli di blog e riviste di viaggi per decidere dove andare la prossima estate. Hai voglia regalarti una settimana culturale tra cieli azzurri e belle giornate al sole, ma non di quello afoso che ti strugge in 5 minuti.

E poi, diciamolo, già primi raggi primaverili ti fanno venire voglia di partire, di regalarti un weekend di stacco e fare un pieno di energia.

E allora dove andare? Bastano pochi giorni per visitare in una capitale europea?

Tra le tante destinazioni che hai nel cuore, c’è sempre stata Praga, la città di Kafka e di Milan Kundera con le loro metamorfosi e le insostenibili leggerezze dell’essere.

Andare a Praga, come in tutti quei luoghi che hai studiato sui libri di scuola, in epoche vicine o lontane, ti fa sentire al centro della scena e anche dentro la storia. Ti riporta alla memoria fatti neanche troppo lontani come la Primavera di Praga, l’occupazione sovietica, la cortina di ferro, la caduta del regime. E la parte vecchia della città, la più bella, è piena di simboli che ricordano quel pezzo di storia.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

I ponti di Praga

Si può visitare Praga in tre giorni?

È una domanda che mi sento rivolgere spesso.
Diversamente da Budapest, dove i luoghi di interesse e di attrazione sono sparsi in tutta la città, la capitale ceca ha un incantevole centro storico, la Città Vecchia, che concentra monumenti, chiese, musei, ponti e posti storici.

Tre giorni possono bastare per visitare i principali luoghi storici e monumenti della città. Ma il numero dei turisti è quasi esasperante in ogni stagione dell’anno, in particolare d’estate, e poterla conoscere con qualche giorno in più vi darebbe un respiro maggiore.

Si può visitare a piedi?

Proprio perché il centro raccoglie la storia della capitale ceca, la visita diventa obbligatoriamente a piedi! Praga è dunque una città con un centro storico che puoi tranquillamente visitare a piedi.

Dove alloggiare a Praga?

Per capire dove alloggiare a Praga, devi tenere presente quali sono i punti di maggior interesse e come è organizzata la città.

Zone e i distretti di Praga

La città di Praga sorge sul fiume Moldava ed è costituita da quattro antichi nuclei abitativi, unificati da Carlo IV nel corso del XIV secolo:

Malá Strana (la Città Piccola) unita a
Staré Město (la Città Vecchia)
dal ponte Carlo;
Hradčany (il quartiere del Castello)
e
Nové Město (la Città Nuova)

È divisa in 10 distretti ma è nel primo e nel secondo che si concentra il nucleo più antico.

Alloggiando lontano dal centro, tieni presente che Praga ha un sistema di mezzi di trasporto molto efficiente e anche economico (ricordi qui la metro di Praga?). Un giro in tram è l’idea giusta per una prima conoscenza della città e per un po’ di pratica di orientamento: seguire la mappa, localizzare i monumenti e capire i quartieri.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Tram nei pressi di Namesti Miru

I tram con i numeri 3, 9, 14 e 24 ti scorrazzeranno in giro per le strade tipiche della città ed entrerai di colpo nel giusto mood praghese.

Sarà bene, a seconda delle tasche di ognuno, alloggiare all’interno o negli immediati dintorni del centro.

Se vuoi conoscere quali sono i 5 luoghi principali da vedere a Praga nel corso del 2018, di seguito ti indico quelli da cui ho cominciato la mia visita della città, per allargare poi, nei giorni successivi, a zone appena fuori dal centro, Malá Strana, raggiungibile a piedi, e il quartier del Castello, Hradčany, a poche fermate di autobus.

1. Namesti Miru e Piazza Venceslao: Nové Město

Come a Roma, anche a Praga ci sono sette colli. Io alloggiavo a Namesti Miru, nel distretto di Vinohrady, su un’altura che domina a est il centro storico.

Dieci minuti a piedi, tra i vicoli in discesa, o una fermata di metropolita e sei già a Piazza Venceslao (Václavské námesti), storica piazza nel quartiere di Nové Město, la Città Nuova.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Praga | Piazza Venceslao

Qui è dove lo studente Jan Palach si diede la morte per protesta contro l’invasione sovietica, che aveva messo fine alla Primavera di Praga e alle sue riforme. Ma è anche il posto delle manifestazioni pubbliche. Qui si trova la statua di San Venceslao a cavallo e il Museo Nazionale.

Più che una piazza, è un viale rettangolare molto ampio, che offre sui due lati negozi, vetrine, ristoranti, caffè, hotel e locali molto apprezzati dai turisti che affollano la movida notturna.

 

2. Staré Město e Staroměstské Náměstí: il centro storico

Già da Piazza Venceslao potrai farti guidare dalle guglie che svettano nel cielo per giungere al centro storico della città. Ancora pochi vicoli e stradine ed eccoti arrivato nella Città Vecchia.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Praga | Città vecchia

Staré Město, la Città Vecchia raccolta in un’ansa della Moldava (Vltava), è uno dei quartieri più belli di Praga, il luogo assolutamente da non perdere della città.

Staroměstské náměstí è la piazza storica, il fulcro intorno al quale si dirama la Città Vecchia. Da sola vale quanto un compendio di storia politica, economica, artistico e sociale, incorniciata da chiese importanti, palazzi eleganti e ricche dimore antiche, le Dùm.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Praga | Staroměstské náměstí

Nel complesso, un collage di stili architettonici. Romanico, gotico, rococò, barocco, rinascimentale e art nouveau convivono uno accanto all’altro, testimoni della vivacità artistica e architettonica che nel tempo ha caratterizzato la città.

Per secoli Staroměstské náměstí è stata il crocevia del commercio in Europa, luogo di mercati e scambi commerciali. Oggi è una piazza caratteristica, percorsa da frotte di turisti e animata da artisti di strada, cafè, negozi e ristoranti.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Praga | Artisti di strada a Staroměstské náměstí

Sulla piazza troviamo:
la scultura in bronzo dedicata a Jan Hus
la chiesa e le guglie della Chiesa di Nostra Signora di Týn (di stile gotico)
il Municipio e lOrologio Astronomico
il Palazzo dei Kinský (di stile rococò)
le Dùm in cui romanico, gotico e rinascimentale convivono in strati storici successivi: la Casa del Bue, la Casa dell’Oca Azzurra, la Casa dell’Unicorno.

Al centro della piazza, la scultura in bronzo dedicata a Jan Hus circondato da un gruppo di Guerrieri Ussiti e da un gruppo di esiliati per le loro idee politiche. È un monumento del 1915, in stile Art Nouveau, che si ispira ai Borghesi di Calais del francese August Rodin.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Praga | Monumento di Jan Hus a Staroměstské náměstí

Impresse sul marciapiede 27 croci ricordano gli esponenti della rivoluzione ussita contro gli Asburgo, decapitati sulla piazza nel 1621.

3. La Chiesa di Nostra Signora di Týn (1500)

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Facciata di Chiesa di Nostra Signora di Týn

Particolarità di questa chiesa è che ci si guarda in giro chiedendosi dove sia l’entrata.

E in effetti, bisogna attraversare il portone accanto al Ristorante Caffè Italia, quello sovrastato dalle bellissime guglie gotiche, per guadagnarsi l’entrata nella Chiesa. Týn, ci spiega la guida,  significa proprio dentro le mura.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Entrata alla Chiesa di Nostra Signora di Týn, tra i tavoli del Cafè Italia

L’edificio è in stile gotico, di confessione protestante. L’interno è in stile barocco e custodisce importanti tesori: la fonte battesimale di stagno, il baldacchino in pietra, l’organo del 1673 è il più antico di Praga, le pale dell’altare, il crocifisso tardo-gotico, la tomba di Tycho Brahe uno dei più grandi astronomi della storia.

4. La Chiesa di San Nicola

È un edificio del ‘700 in stile barocco. Al suo interno gli arredi e gli affreschi diventano ancora più suggestivi allo svolgersi, due volte al giorno, dei concerti di musica classica. La cupola di bronzo del diametro di 20 metri è visibile da molti punti della città. All’interno è possibile ammirare il lampadario a forma di corona donato dallo Zar Nicola II di Russia.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Lampadario nella Chiesa di San Nicola, Città Vecchia

5. Il Municipio e la Torre dell’Orologio

Un altro dei 5 luoghi da vedere a Praga nel corso del 2018 è il Municipio e la Torre dell’Orologio che proprio quest’anno riprenderà a funzionare dopo lunghe riparazioni e ristrutturazioni.

La prima cosa che tutti ti raccomanderanno qui, è di prestare molta attenzione alle tue cose. Il luogo è stipato di turisti attenti alle spiegazioni della guida, in attesa del fatidico tocco dell’ora e i borseggiatori hanno gioco facile.

L’Orologio Astronomico si trova su una torre del Municipio, che risale al XIV secolo, in stile gotico, con stanze bellissime, visitabile tutti i giorni. Dalla cima della torre lo sguardo si allarga sullo straordinario panorama medievale  della città.

Praga cosa vedere in tre giorni 2018

Municipio e Torre dell’Orologio

Anche l’orologio risale al XIV secolo, ad opera dell’orologiaio reale Mikoláš di Kadaň. Fu messo a punto dal mastro orologiaio Hanuš, una specie di Archimede del Rinascimento.

Ogni monumento antico ha la sua leggenda e qui la storia popolare racconta che Hanuš fu fatto accecare dai membri del Consiglio per impedirgli di costruire lo stesso orologio per un’altra città. Prima di morire Hanuš riuscì a togliere quattro rotelle dal marchingegno che smise di funzionare per molti anni. È una leggenda nata sulla scorta del fatto che l’orologio si rompe di frequente e infatti anche ora è in restauro, fino a giugno.

L’orologio di Praga mostra nello stesso tempo l’ora corrente e quella planetaria, la posizione del sole e della luna, l’equinozio di primavera, il segno zodiacale, il giorno corrente e il santo del giorno.

Forse ti interessa leggere anche:
Praga, le mie prime impressioni
Come funziona l’orologio astronomico di Praga
Come ho organizzato il viaggio all’ultimo minuto
Primo giorno a Monaco: Marienplatz, Viktualien markt, le strade dello shopping
Passaggio a Budapest

 

13 commenti
    • Carola
      Carola dice:

      Praga è molto di moda da qualche anno. Infatti i turisti sono tantissimi-ssimi! Molto bella si, sarà per questo che anche io vorrei tornare. 🙂

      Rispondi
    • Carola
      Carola dice:

      In realtà prendo appunti per non dimenticare.😊 In ogni città ci sono quelle due cose che ti rimangono addosso e che devi mettere giù altrimenti scivolano via.

      Rispondi
  1. Dani
    Dani dice:

    Che bella Praga. Ha quell’atmosfera un po’ retrò che fa sognare. Ci sono stata diverse volte, ma è sempre bello tornare.

    Rispondi
    • Carola
      Carola dice:

      Un po’ retrò, hai detto bene. Ma di un’eleganza tutta sua.
      Peccato l’abbiano scoperta in tantissimi!

      Rispondi
    • Carola
      Carola dice:

      Ho capito infatti che mancavo solo io 😁 Mi piacerebbe molto tornare in inverno, credo che sarebbe magica davvero!

      Rispondi
  2. Silvia
    Silvia dice:

    Sono stata a Praga in gita scolastica. Mi è piaciuta in particolare Piazza Venceslao e la Chiesa di San Nicola, logicamente l’orologio non lo nomino neanche perché un must per Praga ed è bellissimo…rimani incantata quando lo vedi.

    Rispondi
    • Carola
      Carola dice:

      Ciao Julia, anch’io ho fatto così! Mi riserverò una conoscenza approfondita della parte museale la prossima volta che mi capiterà di andare a Praga. Per un weekend vale davvero la pena godersi la città, che è di per sé un museo è all’aperto! 🙂

      Rispondi
  3. Valeria
    Valeria dice:

    Praga è una di quelle mete di cui dico “ci andrò” ma poi tra una cosa e l’altra è ancora in attesa di pianificazione. Però mi consolo sapendo che tre giorni sono abbastanza per vederla, la mia preoccupazione era che ci volessero almeno 4-5 giorni!

    Rispondi
    • Carola
      Carola dice:

      Ciao Valeria, certo con 4-5 giorni la conoscenza della città sarebbe più distensiva e anche approfondita. Ma con un weekend puoi almeno fartene un’idea. Comunque anch’io volevo andare da una vita e mezza, poi la scorsa estate sulla scia di una situazione emotiva sono partita last minute. Ed è stata una bellissima improvvisata!

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.